"Affrontare il cambiamento nella programmazione europea 2014-2020": a Salerno la Summer School del progetto Capacity SUD

Una disamina sul contesto socio-economico del Mezzogiorno, lo stato dell'arte della definizione della nuova programmazione europea 2014-2020, le esigenze e i fabbisogni delle regioni Ob. Convergenza in tema di organizzazione, governance e competenze per corrispondere pienamente all'onda di innovazione dei nuovi Fondi Strutturali. E' dall'approfondimento di questo percorso che la Summer School del progetto Capacity SUD, che si terrà a Salerno dal 3 al 5 luglio prossimi, vuole offrire delle prime risposte e sviluppare ipotesi di lavoro, per il rafforzamento della capacità amministrativa e istituzionale nelle regioni del Mezzogiorno, che siano all'altezza delle esigenze attuative richieste.
 
Le nuove regole proposte dalla Commissione - condizionalità ex-ante, spinta verso una progettazione integrata dei Fondi, principio della concentrazione delle risorse - rappresentano una decisa spinta al cambiamento nel funzionamento delle pubbliche amministrazioni. E le innovazioni di metodo - binomio risultati-azioni, tempi certi, valorizzazione del partenariato in tutte le fasi della programmazione, massima trasparenza, valutazione d'impatto, presidio nazionale - che permeano il nuovo ciclo dei Fondi Strutturali, determineranno inevitabili ricadute sui processi organizzativi degli uffici, sul miglior utilizzo delle risorse umane e sullo sviluppo di efficaci sistemi informativi a supporto della valutazione strategica degli interventi, così come richiesta dalla nuova programmazione.
 
Struttura, competenze e strumenti. E' necessario quindi interrogarsi sull'impatto del nuovo scenario comunitario su questi aspetti della vita delle nostre amministrazioni, favorendo una riflessione su una visione rinnovata delle figure dirigenziali che operano nell'ambito della programmazione e gestione e condividendo i punti di attenzione e gli ambiti di miglioramento per la nuova programmazione operativa 2014-2020 a cui sono chiamate le regioni del Sud Italia.
 
I lavori della Summer School - che vedranno il coinvolgimento delle Autorità di Gestione, di Audit e di Certificazione delle regioni Ob. Convergenza - si svolgeranno attraverso sessioni plenarie di analisi e approfondimento, con interventi di esperti e rappresentanti istituzionali e con la presentazione di buone pratiche, europee e nazionali, della programmazione 2007-2013. Le attività proseguiranno con il confronto, in gruppi di lavoro ristretti, sulle principali innovazioni della programmazione 2014-2020 e con una Tavola rotonda finale per restituire agli attori istituzionali, esperti e partecipanti i risultati emersi nei lavori di gruppo e condividere un possibile profilo di capacità amministrativa ed istituzionale per le regioni del Mezzogiorno.
 
Questa tre giorni salernitana rappresenta un ulterione momento di confronto e  approfondimento su un approccio innovativo al nuovo ciclo dei Fondi Strutturali iniziato lo scorso 30 maggio con il I Incontro Nazionale. La Summer School rientra nelle attività di networking e sviluppo di reti di relazioni e competenze comprese nel progetto Capacity SUD - realizzato da FormezPA su incarico del Dipartimento della Funzione Pubblica - nell'ambito delle iniziative finalizzate ad accrescere la capacità amministrativa e istituzionale della Pubblica amministrazione nelle quattro regioni dell'Obiettivo Convergenza.