Fondi SIE 2014-2020. Adottati i Programmi Operativi di 11 regioni italiane e il Programma Operativo "Cultura e Sviluppo"

La Commissione europea ha adottato lo scorso 13 febbraio gli 11 programmi operativi delle Regioni Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio e delle due Provincie Autonome di Trento e Bolzano e il Programma Operativo "Cultura e Sviluppo" che coinvolge le regioni Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

L'adozione degli 11 Programmi operativi regionali dà il via libera ad un investimento pari a 5.518 milioni di euro di cui 2.759 milioni dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) ed altrettanti derivanti dal cofinanziamento nazionale. Gli investimenti sono orientati principalmente allo sviluppo della crescita economica in particolare attraverso il supporto alle Piccole e Medie Imprese e la creazione di nuova occupazione. 
Il Programma operativo "Cultura e Sviluppo" riguarda, invece, le cinque regioni del mezzogiorno d'Italia e si propone di preservare nel tempo e valorizzare il patrimonio artistico e culturale del territorio consolidando il settore produttivo ad esso collegato anche attraverso il supporto delle PMI che operano nel campo del turismo, della cultura e della creatività. L'investimento complessivo è pari a  490,9 milioni di euro, di cui 368,2 milioni di euro provenienti dal FESR e il restante dal cofinanziamento nazionale.
Per maggiori informazioni sugli 11 Programmi Operativi regionali adottati e sul Programma Operativo "Cultura e Sviluppo" è possibile consultare i comunicati stampa nelle pagine dedicate al Commissario per la politica regionale sul sito Internet della Commissione europea.