Napoli, la tutela dell'ambiente e l'azione per il clima nella programmazione europea 2014-2020

La tutela dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici rappresentano punti chiave della programmazione 2014 - 2020 dei fondi comunitari. Diventa rilevante aggiornare e rinforzare le competenze dei soggetti istituzionali coinvolti nell’attuazione di politiche ambientali e di programmazione/progettazione europea, principalmente nelle Regioni dell’Obiettivo “Convergenza.

In questo contesto, si tiene a Napoli l’8 luglio 2014, presso la Sala Convegni della Camera di Commercio di Napoli, in via S. Aspreno, 2, il workshop “La nuova programmazione dei Fondi Europei 2014-2020: opportunità per la tutela dell’ambiente e l’azione per il clima”.

Il seminario rappresenta un focus sui più importanti programmi tematici a valenza ambientale gestiti direttamente dalla Commissione Europea per il 2014-2020 (LIFE, Horizon 2020, Meccanismo Unionale di Protezione Civile); su come la dimensione ambientale può integrarsi nelle politiche di coesione e sviluppo rurale, nonché in quelle per il settore marittimo e della pesca (FESR, FEASR e FEAMP) per il periodo di programmazione 2014-2020, anche con riferimenti specifici alle novità nell’ambito della Cooperazione Territoriale Europea (CTE).

L’evento, promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di concerto con il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è uno dei 14 workshop previsti nelle annualità 2012/2014, come affiancamento alle tre conferenze informative previste (di lancio, intermedia e finale) nell’ambito del progetto PON GAS AMBIENTE 2007/2013 (Azione 7.A - Azioni orizzontali per l'integrazione ambientale), cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE). Tra le finalità di questa serie di workshop c’è quella diffondere metodi di risoluzione e prevenzione delle problematiche ambientali nella prassi amministrativa delle pubbliche amministrazioni.

Il workshop è rivolto a dirigenti e funzionari delle amministrazione regionali e locali dell’Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Tuttavia, sulla base delle disponibilità, potranno partecipare all’evento anche altri soggetti operanti nel settore.

All’evento interverranno esponenti del mondo scientifico e rappresentanti delle amministrazioni centrali e regionali che, in qualità di relatori, daranno vita al confronto e al dibattito sulle nuove opportunità di finanziamento europeo.
Per maggiori informazioni e per leggere il programma e scaricare la scheda di iscrizione, è possibile consultare il sito del  Progetto PON GAS Ambiente 2007/2013.