Open Data Day in Campania

Si tiene il 22 febbraio 2014 la quarta edizione dell’International Open Data Day (ODD).

In Italia l’ODD è alla sua seconda edizione e, come accaduto per la prima, anche quest’anno diverse città partecipano ospitando una serie di eventi.

In Campania ne sono in programma due.

Napoli

L’ODDNA14 si tiene presso l’Università di Napoli Federico II, Scuola Politecnica e delle Scienze di Base - Aula S. Bobbio, Piazzale Tecchio, 80 Napoli (ex Facoltà di Ingegneria).

In programma una serie di interventi e contributi sui vincoli giuridici, i dataset aperti del Comune di Napoli, gli open data della mobilità urbana, il progetto Ritardi.Zero del PON Ricerca e Competitività (PON REC), il progetto OpenPompei, gli open data geografici e la Direttiva Europea INSPIRE, l’esperienza del monitoraggio civico degli studenti dell’Università degli studi di Salerno - corso “Comunicazione pubblica e linguaggi istituzionali”.

Tre Gruppi di Lavoro, nella sessione pomeridiana dell’evento, sono impegnati  nell’utilizzo di OpenStreetMap; di applicazioni basate su open data del territorio; di dati sulla mobilità urbana ottenuti col monitoraggio civico.

Maggiori informazioni al seguente link oppure scrivere a pescape@unina.it

Salerno

L’Università degli Studi di Salerno - Dipartimento di Scienze politiche, Sociali e della Comunicazione – in collaborazione con FanPage e Legambiente Campania, organizza UnisaODD14

L’evento è fissato per il 24 febbraio 2014 presso la Scuola di Giornalismo dell’Università di Salerno.

Nella prima parte della giornata le istituzioni coinvolte descrivono i dataset pubblici disponibili riguardanti le informazioni ambientali e ascoltano le esigenze degli stakeholders.

Segue la presentazione di alcuni project work degli studenti del corso “Comunicazione pubblica e linguaggi istituzionali”, per il progetto sperimentale www.dirittodiaccessocivico.it

Nella seconda parte della giornata, gruppi di lavoro composti da coder (studenti di Informatica dell'Universita di Napoli Federico II), studenti dei corsi di laurea magistrale in  “Scienze della Comunicazione” e “Gestione e Conservazione del patrimonio archivistico e librario”, giornalisti ed esperti di Legambiente sono impegnati nella redazione di una proposta di progetto data-driven su tematiche ambientali.

Per maggiori informazioni, consultare il seguente sito.