Il progetto per gli Uffici Giudicanti tra le best practices della Commissione Interministeriale per la giustizia nel Sud

Si è svolta martedì 30 novembre, l’audizione del progetto “La Capacitazione istituzionale nei distretti giudicanti della Regione Siciliana” promossa nell’ambito delle attività della Commissione.

 
Individuare best practices adattabili al Mezzogiorno e formulare proposte per migliorare l’efficienza del settore e l’edilizia giudiziaria. È questa la mission della Commissione Interministeriale per la giustizia nel Sud, istituita congiuntamente dalla Ministra per la Giustizia Marta Cartabia, e dalla Ministra per il Sud Mara Carfagna, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di legalità e sicurezza necessarie per favorire lo sviluppo delle aree del Mezzogiorno, in coerenza con le priorità indicate dal governo nel PNRR.
 
L’audizione è stata organizzata dalla sottocommissione, gruppo di lavoro “Prassi Virtuose”, composta da magistrati ed esperti e presieduta dalla presidente della Corte di Appello di Salerno, Iside Russo, con l’obiettivo di approfondire  le modalità di coinvolgimento degli uffici giudiziari nei processi di innovazione tecnica e organizzativa e le modalità di progettazione, sperimentazione, valutazione e diffusione delle buone pratiche realizzate nell’ambito del progetto “La Capacitazione istituzionale nei distretti giudicanti della Regione Siciliana”, realizzato dalla Regione Siciliana con il supporto di Formez PA.
Il progetto, attualmente in corso di realizzazione, è finalizzato a supportare gli uffici Giudicanti siciliani nella revisione degli assetti organizzativi e gestionali, anche attraverso la diffusione di buone pratiche. Costituisce lo sviluppo di un’esperienza avviata con la Regione Siciliana nel 2015 e consolidata nell’ambito della programmazione 2014-2020 con l’Obiettivo specifico 11.4 “Miglioramento dell’efficienza e della qualità delle prestazioni del sistema Giudiziario” del POR FSE, in linea con le raccomandazioni europee in tema di miglioramento dell’attività giudiziaria civile.
 
L’audizione è stata aperta dall’intervento della presidente Russo, che ha richiamato lo scopo della sottocommissione e ringraziato i magistrati presenti e il gruppo di lavoro del Formez PA per la disponibilità e per i materiali forniti alla commissione per la presentazione degli interventi realizzati dal progetto e delle buone prassi locali sperimentati.
Anna Pina Cuccurullo, responsabile Formez PA del progetto, ha proseguito illustrando un quadro di sintesi degli interventi con un focus sugli elementi di metodo adottati.
 
All’audizione sono intervenuti i magistrati referenti del distretto di Palermo, Maria Giuseppa Di Marco, presidente della sezione lavoro della Corte d’Appello e Maura Cannella, giudice del tribunale di Palermo, e del distretto di Catania, Mariano Sciacca, presidente sezione civile del tribunale di Catania. Gli interventi dei referenti togati hanno contribuito a far emergere ostacoli e leve nel percorso di attivazione dei processi di analisi e innovazione continua, evidenziando l’importanza degli interventi di accompagnamento del progetto quale condizione abilitante per l’efficacia sul lavoro degli Uffici giudiziari.
A seguire l’approfondimento degli interventi più significativi realizzati dal gruppo di lavoro di Formez PA che, tra gli altri, hanno fornito elementi di dettaglio in merito alle metodologie utilizzate per la modellizzazione dell’Ufficio per il Processo, il monitoraggio dei fascicoli non movimentati e risalenti, la distribuzione degli incarichi ai professionisti, lo sviluppo di collaborazioni con gli enti del territorio, la revisione delle modalità di comunicazione e gestione delle relazioni con i cittadini e l’utenza professionale. 
Dopo ampio e articolato confronto, la Presidente Russo e i componenti della sottocommissione hanno espresso soddisfazione rispetto alle esperienze apprese e ai risultati ottenuti nei quattro distretti di Corte d’Appello della Sicilia.
 
Consulta la presentazione in allegato per maggiori dettagli sulle attività oggetto di audizione
 
Il progetto La capacitazione istituzionale nei Distretti Giudicanti della Regione Siciliana, attuato nell’ambito della Convenzione tra il Dipartimento Istruzione e Formazione Professionale della Regione Siciliana e Formez PA, è finanziato dal Programma Operativo FSE 2014-2020 della Regione Siciliana - Asse IV – OT11 Capacità Istituzionale e amministrativa - Obiettivo Specifico 11.4