Regione Calabria: verso il nuovo Por Calabria Fesr 2014/2020

Por Calabria: condiviso ed operativo.

Si è svolto oggi a Lamezia Terme presso la Fondazione Terina un incontro che la Regione Calabria ha organizzato con il partenariato istituzionale ed economico sociale per avviare il confronto e condividere le tappe ed i contenuti del lavoro per la definizione del nuovo Programma Operativo che sarà presentato alla Commissione Europea il 22 luglio 2014.
E’ stato approvato ad aprile il Documento di Orientamento Strategico che costituisce il quadro di riferimento regionale per la definizione e l’attuazione delle politiche relative ai fondi Strutturali e di Investimento Europei e delle politiche regionali nazionali in Calabria.
Nel documento, cifre e idee per rilanciare lo sviluppo della Calabria si snodano attraverso undici indirizzi strategici sui quali si intende investire: ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione, agenda digitale, competitività dei sistemi produttivi, energia sostenibile e qualità della vita, clima e rischi ambientali, tutela dell’ambiente e valorizzazione delle risorse culturali e ambientali, mobilità sostenibile di persone e merci, occupazione, inclusione sociale e lotta alla povertà, istruzione e formazione, capacità istituzionale.
Il nuovo Programma Operativo regionale raccoglierà spunti e idee che arriveranno dal territorio attraverso il  partenariato e tre grandi interlocutori: le università, le aree urbane, le aree interne ed il sistema produttivo.
Vediamole singolarmente:
Le Università
Poiché la dotazione delle risorse del Por Fesr  ha come beneficiari gli ambiti che riguardano ricerca e innovazione la Regione Calabria ha coinvolto le tre università calabresi nella scrittura del Programma Operativo: è per tale motivo che sono stati   convocati a giugno gli Stati Generali di istruzione, innovazione e ricerca.
I sindaci delle aree urbane
La Regione Calabria chiede ai sindaci delle aree urbane di essere suoi interlocutori fornendo idee e proposte, indicando le priorità e gestendo le risorse comunitarie per realizzare città più smart.
Le aree interne
La Regione Calabria attraverso i Pisl ha dato centralità a quei territori che rischiavano l'isolamento e nella nuova programmazione si vuole puntare su scelte risultate vincenti, con nuovi spunti ed idee ad iniziare da una politica per il contrasto al dissesto idrogeologico.
I sistemi produttivi
I sistemi produttivi sono finalizzati a sostenere interventi per la riqualificazione, il potenziamento o la realizzazione ex novo di infrastrutture per la condivisione e la gestione associata di servizi comuni alle imprese e le risorse comunitarie che arriveranno in Calabria nel settennio 2014-2020 rappresentano un'enorme opportunità per l'economia della Regione. È per questo che gli imprenditori saranno interlocutori in questa fase di scrittura del nuovo Programma Operativo per individuare le direttrici che dovranno essere seguite per il rilancio dei sistemi produttivi.
Il logo del  POR CALABRIA FESR 2014-2020
La Regione Calabria in tema di condivisione ha rivolto agli studenti dei licei artistici della Calabria un concorso di idee per  la definizione del logo del Por Fesr 2014-2020. 
Un Por Open Data
La Regione Calabria renderà  ogni documento accessibile ai calabresi in modo che sia data loro la possibilità di esprimere un parere, un'idea o una critica.
Tempi certi
La Regione Calabria indicherà la tempistica di realizzazione per ogni nuova opera pubblica e per ogni nuovo servizio inserito nel Por ed utilizzando al meglio le risorse comunitarie si daranno  risposte importanti in particolare riguardo ad occupazione e sviluppo economico.
Si entra dunque nella fase operativa della scrittura del Por Fesr 2014-2020: dal 3 al 7 giugno si riuniranno i tavoli tecnici sugli obiettivi tematici e sono in fase di strutturazione una serie di incontri con le forze istituzionali e sociali del territorio.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il comunicato stampa sul sito web della Regione Calabria.